Regata di S.Andrea … del 25.3.2018

La tradizionale Regata di S. Andrea o delle 50 caorline quest’anno, causa mal tempo, è stata spostata da novembre al … 25 marzo!

E così, come ieri osservava il Presidente del Coordinamento delle Remiere Veneziane, anziché, come da tradizione, chiudere l’anno delle manifestazioni di Voga, l’ha inaugurato.

Non staremo qui a ricordare i drammatici momenti di quella domenica di novembre in cui l’assemblea al coordinamento ha dovuto con sconforto prendere atto dell’avversità del meteo e rinviare il tutto.

Piuttosto, ricordiamo che proprio in occasione della regata delle 50 caorline è stata inventata la tradizione della bandiera nera, ‘riconoscimento’ non troppo ambito che va a chi ha saputo distinguersi nella manifestazione centrando…l’ultimo posto.

 

Come suggerisce il nome, la regata prevede la partecipazione di 50 (e più) caorline: e vederle schierate, l’una accanto all’altra, prima della partenza, è un qualcosa di indescrivibile.

Perciò, ci affidiamo alle immagini (e ai video):

 

Lo schieramento alla partenza

 

 

 

Quanto al nostro equipaggio – i cui allenamenti abbiamo doverosamente documentato sulla nostra pagina Facebook – si è condotto con onore, arrivando ben 27mo.

Di seguito, alcuni momenti della gara:

 

Alzaremi finale

 

 

Certo, qualcosa si può ancora perfezionare: ad esempio la distribuzione delle posizioni di Voga, che, pare – pope a parte – fosse completamente sbagliata, come ha scoperto chi era a terra quando ormai i nostri si disponevano alla linea di partenza e l’irrimediabile si stava compiendo.

(Il nostro equipaggio, appunto)

E probabilmente il ritardo alla partenza dovuto a un piccolo inconveniente del Pope non ha aiutato…

Ma non lasciatevi ingannare: è stata una giornata meravigliosa, baciata dal sole e, come sempre, dalla calda ospitalità dei ragazzi del Coordinamento, che ha offerto a tutti i presenti un lauto e gustoso pranzo.

Un grazie speciale perciò a Gino, Sergio, Ana, Luigi, al Presidente Giusto e a tutti coloro che, trafficando tra mestoli e pennole, hanno reso possibile tutto questo.

Come ogni anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *