40 anni di Remada a seconda

Questo fine settimana torna quello che ormai è uno dei tradizionali appuntamenti (anche) della voga alla veneta nel Padovano: la Remada a seconda!!!
Nata nel 1981 per sensibilizzare e accendere l’attenzione sulle vie fluviali e il loro patrimonio ambientale, quest’anno giunge alla sua quarantesima edizione!
E noi del Circolo, come sempre, siamo orgogliosi di partecipare all’evento con le nostre imbarcazioni.
E quest’anno – per celebrarne i primi quarant’anni e la ripresa dopo l’interruzione forzata causa pandemia – abbiamo in serbo qualche novità…che non anticipiamo per non rovinare la sorpresa a chi parteciperà o semplicemente verrà a godersi lo spettacolo dagli argini.
Di seguito la locandina con il programma completo della due giorni: noi vi diamo appuntamento sabato alle 17.00 a Mezzavia!

E vi lasciamo con una segnalazione, nello spirito della Remada: purtroppo la situazione delle vie d’acqua non è delle migliori.
Il fatto stesso che non siano più navigate con la frequenza di un tempo – e parliamo di non più tardi di una settantina di anni fa – ne comporta un forte degrado.
Che può avere conseguenze nefaste per tutti: il rischio di esondazioni e allegamenti in caso di forti piogge è strettamente correlato anche allo stato di argini e letti di fiumi e canali.
Una piccola cosa che si può fare è firmare questa petizione: https://museonavigazione.eu/wp-content/uploads/2022/05/Petizione-Dragaggio-Rialto-e-Vigenzone-def01.pdf !!!
Troverete tutte le indicazioni a questo link: https://museonavigazione.eu/it/news/firma-la-petizione-per-il-dragaggio-dei-canali-rialto-e-vigenzone-e-salva-il-museo-dallalluvione/

Ah…perché si chiama ‘Remada a seconda’?
Perché il percorso è a favore – cioè appunto ‘a seconda’ – di corrente.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.